Polizza integrante la tessera del socio 2019

    9
    Polizza integrante la tessera del socio 2019

    Version
    Download 0
    Total Views 10
    Stock
    File Size 260.78 KB
    File Type docx
    Create Date Dic 20, 2018
    Last Updated Dic 20, 2018
    Download

     

    POLIZZA DI ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITA CIVILE

    La presente polizza è stipulata tra

    UNPLI
    Piazza Flavio Biondo, 13
    CAP 00153 Roma (RM)
    P.Iva 06177651004 - C.F. 91031800583

    e

    Società Assicuratrice
    Lloyd’s - Rappresentanza Generale per L’Itlaia
    Corso Garibaldi, 86 – 20121 Milano

    Durata del contratto

    Dalle ore 24.00 del :
    31/12/2018
    Alle ore 24.00 del :
    31/12/2019

    Con scadenze dei periodi di assicurazione successivi al primo fissati

    Alle ore 24.00 di ogni 30.06
    31.12

    SOMMARIO

    SEZIONE 1 DEFINIZIONI E DESCRIZIONE DELL’ATTIVITA’
    Art.1 Definizioni
    Art.2 Attività degli Assicurati e loro individuazione

    SEZIONE 2 NORME CHE REGOLANO IL CONTRATTO IN GENERALE
    Art.1 Dichiarazioni relative alle circostanze del rischio
    Art.2 Assicurazione presso diversi Assicuratori
    Art.3 Durata del contratto
    Art.4 Pagamento del premio e decorrenza della garanzia
    Art.5 Regolazione del premio
    Art.6 Recesso a seguito di sinistro
    Art.7 Modifiche dell’assicurazione
    Art.8 Forma delle comunicazioni del Contraente alla Società
    Art.9 Oneri fiscali
    Art.10 Foro competente
    Art.11 Interpretazione del contratto
    Art.12 Obblighi in caso di sinistro e procedura gestione sinistri RCT Art.13 Obbligo di fornire dati sull’andamento del rischio
    Art.14 Gestione sinistri da parte della Compagnia e liquidazione delle franchigie
    Art.15 Coassicurazione e delega
    Art.16 Validità Territoriale
    Art.17 Clausola Broker
    Art.18 Rinvio alle norme di legge

    SEZIONE 3 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE
    Art.1 Oggetto dell’Assicurazione di Responsabilità Civile verso Terzi (R.C.T.)
    Art.2 Oggetto dell’Assicurazione di Responsabilità Civile verso i Prestatori di lavoro (R.C.O.) Art.3 Malattie professionali
    Art.4 Qualifica di terzo
    Art.5 Rinuncia alla rivalsa
    Art.6 Esclusioni
    Art.7 Rischi compresi
    Art.8 Gestione delle vertenze di danno e spese legali
    Art.9 Danni a cose consegnate ex art. 1783, 1784, 1785 bis
    Art.10 Lavoratori dlgs 276/2003 legge 30/2003
    Art.11 Responsabilità personale dipendenti

    SEZIONE 4 MASSIMALI, FRANCHIGIE, SCOPERTI E CALCOLO DEL PREMIO
    Art.1 Massimali
    Art.2 Franchigia
    Art.3 Sottolimiti di risarcimento, franchigie e scoperti
    Art.4 Calcolo del premio
    Art.5 Disposizione finale

    SEZIONE 1 DEFINIZIONI E DESCRIZIONE DELL’ATTIVITA’

    Art.1 - Definizioni

    Assicurazione :
    Il contratto di assicurazione
    Polizza :
    Il documento che prova l'assicurazione;
    Contraente :
    Il soggetto che stipula l’assicurazione riportato nel frontespizio della presente polizza.
    Addetti:
    titolari, compresi i familiari, soci non apportatori di solo capitale, lavoratori parasubordinati o interinali che prestino la loro opera nell’attività assicurata, nonché dipendenti soggetti o meno alle norme dell’assicurazione INAIL.
    Assicurato
    Il soggetto fisico o giuridico il cui interesse è tutelato dall’assicurazione
    UNPLI – Comitati e Consorzi UNPLI – Pro Loco Regionali – Comitati Locali e Consorzi provinciali della Pro Loco – Associazioni in patrocinio (per manifestazioni patrocinate dagli organismi UNPLI)

    Società :
    l’impresa assicuratrice nonché le coassicuratrici;
    Broker :
    la societa’ quale mandatario incaricato dal Contraente della gestione ed esecuzione del contratto, riconosciuto dalla Società.
    Premio :
    la somma dovuta dal Contraente alla Società.
    Rischio :
    la probabilità che si verifichi il sinistro e l'entità dei danni che possono derivarne.
    Sinistro :
    il verificarsi del fatto dannoso per il quale è prestata la garanzia assicurativa.
    Indennizzo :
    la somma dovuta dalla Società in caso di sinistro.
    Franchigia :
    la parte di danno che l'Assicurato tiene a suo carico.
    Scoperto :
    la parte percentuale di danno che l'Assicurato tiene a suo carico.
    Cose :
    sia gli oggetti materiali sia gli animali.
    Danno corporale :
    il pregiudizio economico conseguente a lesioni o morte di persone ivi compresi i danni alla salute o biologici nonché il danno morale.
    Danni materiali :
    il pregiudizio economico conseguente a ogni distruzione, deterioramento, alterazione, danneggiamento totale o parziale di una cosa.
    Massimale per sinistro :
    la massima esposizione della Società per ogni sinistro, qualunque sia il numero delle persone decedute o che abbiano subito lesioni o abbiano sofferto danni a cose di loro proprietà.
    Annualità assicurativa o periodo assicurativo :
    il periodo pari o inferiore a 12 mesi compreso tra la data di effetto e la data di scadenza o di cessazione dell'assicurazione.

    Art.2 – Attività degli Assicurati e loro individuazione
    La garanzia della presente polizza è operante in relazione a tutte le attività previste dagli statuti delle associazioni di aui alla definizione di “Assicurati” comprese tutte le attività comunque svolte e con ogni mezzo ritenuto utile o necessario.
    L'assicurazione comprende altresì tutte le attività accessorie, complementari, connesse e collegate, preliminari e conseguenti alle principali sopra elencate, comunque ed ovunque svolte, nessuna esclusa né eccettuata.
    La presente polizza esplica la propria validità per tutti i casi in cui possa essere reclamata una responsabilità derivante all’Assicurato in qualità di committente, organizzatore o altro.

    SEZIONE 2 NORME CHE REGOLANO IL CONTRATTO IN GENERALE

    Art.1 - Dichiarazioni relative alle circostanze del rischio
    +
    Il Contraente deve comunicare alla Società ogni aggravamento del rischio. Gli aggravamenti di rischio non noti o non accettati dalla Società possono comportare la perdita totale o parziale del diritto all'indennizzo nonché la stessa cessazione dell'assicurazione, ai sensi dell'art. 1898 C.C.. La Società ha peraltro il diritto di percepire la differenza di premio corrispondente al maggior rischio a decorrere dal momento in cui la circostanza si è verificata.
    Nel caso di diminuzione del rischio, la Società è tenuta a ridurre il premio o le rate di premio successive alla
    comunicazione del Contraente, ai sensi dell'art. 1897 C.C., e rinuncia al relativo diritto di recesso.
    Tuttavia l'omissione, incompletezza o inesattezza della dichiarazione da parte del Contraente di una circostanza eventualmente aggravante il rischio, durante il corso della validità della presente polizza così come all'atto della sottoscrizione della stessa, non pregiudicano il diritto all'indennizzo, sempreché tali omissioni, incomplete o inesatte dichiarazioni non siano frutto di dolo dei legali rappresentanti degli assicurati.
    Il Contraente e l’Assicurato sono esentati da qualsiasi obbligo di dichiarare i danni che avessero colpito le polizze di responsabilità Civile da loro sottoscritte precedentemente la stipulazione della presente polizza di assicurazione.

    Art.2 - Assicurazione presso diversi Assicuratori
    Si dà atto che possono sussistere altre assicurazioni per lo stesso rischio. In tal caso, per quanto coperto di assicurazione con la presente polizza, ma non coperto dalle altre, la Società risponde per l'intero danno e fino alla concorrenza del massimale previsto dalla presente polizza.
    Per quanto efficacemente coperto di assicurazione sia dalla presente polizza sia dalle altre, la Società risponde soltanto per la parte di danno eccedente il massimale delle altre polizze.
    Si esonera il Contraente dal dare preventiva comunicazione alla Società di eventuali polizze già esistenti e/o quelle che verranno in seguito stipulate sugli stessi rischi oggetto del presente contratto; l'Assicurato ha l’obbligo di farlo in caso di sinistro, se ne è a conoscenza.

    Art3. - Durata del contratto
    Il contratto ha la durata indicata in frontespizio e cesserà irrevocabilmente alla scadenza del detto periodo.

    Art.4 - Pagamento del premio e decorrenza della garanzia
    L'assicurazione, il cui premio è previsto in due rate semestrali (31.12 – 30.06), ha effetto dalle ore 24.00 del giorno indicato in polizza ancorché il premio venga versato entro i 60 giorni successivi al medesimo. I premi devono essere pagati alla Società Assicuratrice per il tramite del Broker incaricato della gestione del contratto.
    Anche le eventuali appendici comportanti un incasso del premio potranno essere pagate entro 60 giorni dalla data di ricezione, da parte della Contraente del relativo documento correttamente emesso dalla Società. Resta comunque inteso che l’assicurazione decorrerà con copertura immediata dalla ore 24 del giorno indicato nel documento di variazione.
    Se il Contraente non paga i premi o le rate di premio successivi, l'assicurazione resta sospesa e riprende vigore dalle ore 24.00 del giorno del pagamento, ferme le successive scadenze ed il diritto della Società al pagamento dei premi scaduti ai sensi dell'art. 1901 del Codice Civile.

    Art.5 – Regolazione del premio
    Il Contraente comunica alla Società, per il tramite del broker ogni dieci del mese successivo, tutte le adesioni intervenute nel mese precedente. (in ogni caso farà fede la data di tesseramento che determina la copertura automatica della singola Pro Loco).

    Art.6 - Recesso a seguito di sinistro
    La Società e/o il Contraente hanno facoltà, dopo ogni sinistro e fino al 60° giorno del pagamento o rifiuto dell’indennizzo, di comunicare il proprio recesso dal contratto rispettando comunque un termine di

    preavviso non inferiore a 30 giorni a decorrere dalla data di ricezione della raccomandata da parte del Contraente/Società. In caso di rcesso da parte della Società, la stessa rimborserà al contraente i ratei di premio pagati e non goduti escluse le imposte

    Art.7 - Modifiche dell’assicurazione
    Le eventuali modifiche alla presente polizza debbono essere provate per iscritto.

    Art.8 - Forma delle comunicazioni del Contraente alla Società
    Tutte le comunicazioni alle quali il Contraente è tenuto devono essere fatte con lettera raccomandata (anche a mano) od altro mezzo (telefax, posta elettronica o simili) indirizzata alla Società anche tramite il Broker al quale il Contraente ha conferito incarico per la gestione della polizza.

    Art. 9 - Oneri fiscali
    Tutti gli oneri, presenti e futuri, relativi al premio , agli indennizzi, alla polizza ed agli atti da essa dipendenti, sono a carico del Contraente anche se il pagamento ne sia stato anticipato dalla Società.

    Art.10 - Foro competente
    Il Foro competente è esclusivamente quello ove ha sede la Contraente oppure, in alternativa, l’Assicurato.

    Art.11 - Interpretazione del contratto
    Si conviene fra le Parti che verrà data l’interpretazione più estensiva e più favorevole all’Assicurato su quanto contemplato dalle condizioni tutte di polizza.

    Art.12 – Obblighi in caso di sinistro
    In caso di sinistro, il Contraente deve darne avviso scritto alla Società o al broker, entro 30 giorni lavorativi dal momento in cui ha avuto conoscenza della richiesta risarcitoria del terzo. Tuttavia è concessa facoltà al Contraente di denunciare tutte quelle circostanze che presumibilmente potranno dar luogo a richiesta di risarcimento e la Società accetta fin d’ora tale notifica come denuncia di sinistro ancorché non vi sia ancora stata richiesta scritta da parte del terzo.
    Il Contraente è tenuto a denunciare alla Società eventuali sinistri rientranti nella garanzia "responsabilità civile verso prestatori di lavoro" solo ed esclusivamente :
    • in caso di sinistro per il quale ha luogo l’inchiesta giudiziaria/amministrativa a norma di legge;
    • in caso di richiesta di risarcimento o azione legale da parte di dipendenti o loro aventi diritto nonché da parte dell'INAIL qualora questa esercitasse diritto di surroga a sensi del DPR 30.06.1965, n. 1124 e successive modifiche ed integrazioni.

    Art.13 - Obbligo di fornire dati sull’andamento del rischio
    La Società ad ogni scadenza annuale, si impegna a fornire al Contraente e/o al Broker indicato in polizza le statistiche sinistri indicando:
    • i sinistri riservati e/o liquidati riportando il numero di sinistro della Società, la controparte, la data del sinistro e della denuncia nonchè gli importi pagati e/o riservati e lo stato per ciascun sinistro.
    Gli obblighi precedentemente descritti non impediscono al Contraente di chiedere ed ottenere un aggiornamento con le modalità di cui sopra in date diverse da quelle indicate.

    Art.14 – Gestione sinistri da parte della Compagnia e liquidazione delle franchigie
    La Società provvederà alla gestione e liquidazione al terzo danneggiato di tutti i danni compesi quelli compresi nell’imporo delle franchigie previste in polizza
    Alla fine di ciascun semestre la Società provvederà nei confronti del Contraente al recupero delle stesse mediante emissione di un apposito documento riportante:
     Data del sinistro
     Nominativo della Controparte
     Importo liquidato
     Data del pagamento
     Importo da recuperare
    Per detti sinistri, sin d’ora, il Contraente/Assicurato dà ampio e irrevocabile mandato alla Società a trattare e

    definire anche la parte di risarcimento ai terzi danneggiati rientrante nello scoperto e/o nella franchigia; a tal fine si obbliga a rimborsare alla Società medesima le somma da quest’ultima eventualmente anticipate per suo conto per i titoli menzionati; ciò entro e non oltre 30 (trenta) giorni dal ricevimento della richiesta di cui al primo capoverso del presente articolo.

    Art.15 - Coassicurazione e delega
    Se l'assicurazione è ripartita per quote tra le Società indicate nel riparto del premio; ciascuna di esse è tenuta alla prestazione in proporzione della rispettiva quota, quale risulta dal contratto, esclusa ogni responsabilità solidale.
    Il Contraente dichiara di aver affidato la gestione del presente contratto alla .... e le imprese assicuratrici hanno convenuto di affidarne la delega alla Società designata in frontespizio della presente polizza; di conseguenza, tutti i rapporti inerenti alla presente assicurazione saranno svolti per conto del Contraente e degli Assicurati dalla ........ la quale tratterà con l'impresa Delegataria informandone le Coassicuratrici.
    In particolare, tutte le comunicazioni inerenti il Contratto, ivi comprese quelle relative al recesso o alla disdetta ed alla gestione dei sinistri, si intendono fatte o ricevute dalla Delegataria in nome e per conto di tutte le Società coassicuratrici.
    Le Società coassicuratrici riconoscono come validi ed efficaci anche nei propri confronti tutti gli atti di
    gestione compiuti dalla Delegataria per conto comune.
    La sottoscritta Società Delegataria dichiara di aver ricevuto mandato dalle Coassicuratrici indicate negli atti suddetti (polizza e appendici) a firmarli anche in loro nome e per loro conto.
    Pertanto la firma apposta dalla Società Delegataria sui Documenti di Assicurazione, li rende ad ogni effetto validi anche per le quote delle Coassicuratrici.
    Il dettaglio dei capitali assicurati, dei premi, accessori e imposte, spettanti a ciascuna Coassicuratrice, risulta dall’apposita tabella della Sezione 4 alla presente Polizza.

    Art. 16 – Validità territoriale
    L’assicurazione RCT è operante per i danni che avvengono nei territori di tutti i Paesi del mondo, esclusi USA, Canada, Mexico. Nel caso di partecipazione a stages, convegni, mostre, fiere e corsi di aggiornamento/formazione professionale, la garanzia s’intende valida anche in tali Paesi.L’assicurazione RCO è operante per i danni che avvengano nel mondo intero.

    Art.17 - Clausola Broker
    Ad ogni effetto di legge le parti contraenti riconoscono alla Società MAGJLT. SPA con sede legale in Napoli, Via Francesco Crispi 74, iscritta al RUI – Sezione B – con il n.B000400942, Broker incaricato ai sensi del D. Lgs. n. 209/2005 (in seguito denominato anche Broker), il ruolo di cui alla legge relativamente alla assistenza e consulenza nella esecuzione e gestione delle conseguenti obbligazioni contrattuali, per tutto il tempo della durata, inclusi proroghe, rinnovi, riforme o sostituzioni.
    Il Contraente e la Società si danno reciprocamente atto che ogni comunicazione inerente l’esecuzione della presente assicurazione avverrà anche per il tramite del Broker incaricato.
    Pertanto, agli effetti delle condizioni della presente polizza, la Società dà atto che ogni comunicazione fatta dal Contraente/Assicurato al Broker si intenderà come fatta alla Società stessa e viceversa, come pure ogni comunicazione fatta dal Broker alla Società si intenderà come fatta dal Contraente/Assicurato stesso, fermo restando che il Broker è tenuto ad inoltrare a ciascuna della Parti le comunicazioni ricevute si precisa che qualora le comunicazioni del contraente comportassero una modifica contrattuale impegneranno gli Assicuratori solo dopo il consenso scritto.
    Nelle more degli adempimenti previsti dalla normativa vigente si precisa che , con riferimento all’art 118 del D.Lgs. 209/2005 ed all’art .55 del regolamento ISVAP n.05/2006, il Broker è autorizzato ad incassare i premi. La Società inoltre, riconosce che il pagamento dei premi possa essere fatto dal Contraente tramite il Broker sopra designato; resta intesa l'efficacia liberatoria anche a termine dell'art. 1901 Codice Civile del pagamento così effettuato.

    Nell’eventualità la gestione del presente contratto sia affidata ad un corrispondente o Coverholder del Lloyd’s di Londra, si prende e si da atto che:
     Ogni comunicazione effettuata al corrispondente / Coverholder del Lloyd’s di Londra si considererà come effettuata agli Assicuratori;

     Ogni comunicazione effettuata dal corrispondente/ Coverholder del Lloyd’s di Londra si considererà come effettuata dagli Assicuratori.
     Ogni comunicazione effettuata al Broker mandatario dal corrispondente/Coverholder del Lloyd’s di Londra s’intenderà come fatta all’assicurato;
     Ogni comunicazione effettuata dal Broker al corrispondente/ Coverholder del Lloyd’s di Londra si intenderà come fatta dal Contraente/Assicurato stesso.
    La Società autorizza all’incasso dei premi e/o delle somme dovute agli assicuratori il corrispondente e riconosce che i pagamenti effettuati dal Contraente/Broker al corrispondente hanno effetto liberatorio nei confronti della contraenza e conseguentemente impegna la Società a garantire la copertura assicurativa oggetto del contratto.

    Art.18 - Rinvio alle norme di legge
    Per tutto quanto non è qui diversamente regolato, valgono le norme di legge.

    SEZIONE 3 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE

    Art.1 – Oggetto dell’Assicurazione di Responsabilità Civile verso terzi (R.C.T.)
    La Società si obbliga a tenere indenne l'Assicurato di quanto questi sia tenuto a pagare, quale civilmente responsabile ai sensi di legge, a titolo di risarcimento (capitale, interessi e spese) di danni involontariamente cagionati a terzi, per morte, per lesioni personali e per danneggiamenti a cose, in conseguenza di fatto accidentale, verificatosi in relazione ai compiti ed alle responsabilità che istituzionalmente gli competono. L’assicurazione vale anche per la responsabilità civile derivante all’Assicurato da fatto doloso di persone delle quali l’Assicurato debba rispondere.

    Art.2 – Oggetto dell’Assicurazione di Responsabilità Civile verso i Prestatori di lavoro (R.C.O.)
    La Società si obbliga a tenere indenne l’Assicurato di quanto questi sia tenuto a pagare (capitale, interessi e spese) quale civilmente responsabile :
    1. ai sensi degli artt.10 e 11 del D.P.R. n.1124/1965, del D.L. n.317/1987 e del D.Lgs n.38/2000 e loro successive variazioni ed integrazioni, per gli infortuni ed i danni sofferti da prestatori di lavoro e/o lavoratori parasubordinati da lui dipendenti così come definiti all’art. 5 del Dlgs 38/2000, compresi i lavoratori interinali
    2. per gli infortuni ed i danni sofferti da prestatori di lavoro non soggetti all’assicurazione obbligatoria di legge contro gli infortuni sul lavoro (INAIL), di cui al punto 1. che precede;
    3. ai sensi del Codice Civile a titolo di risarcimento di danni non rientranti nella disciplina del D.P.R. n.1124/1965 e decreto legislativo 23/02/2000 n. 38 cagionati a prestatori di lavoro e/o lavoratori parasubordinati di cui al precedente punto 1. per morte e per lesioni personali dalle quali sia derivata una invalidità permanente calcolata sulla base delle tabelle di cui al Dlgs 38/2000
    4. per gli infortuni subiti dai prestatori di lavoro durante il rischio in “itinere” anche nell’eventuale assenza di analoga copertura da parte dell’Inail.

    Tanto l’assicurazione R.C.T. quanto l’assicurazione R.C.O. valgono anche per le azioni di rivalsa esperite dall’I.N.P.S. ai sensi dell’articolo 14 della Legge 12 giugno 1984 n. 222. Ai fini della presente garanzia R.C.O., limitatamente alla rivalsa INAIL, i titolari, i soci ed i loro familiari coadiuvanti sono equiparati a dipendenti.

    L’assicurazione si estende a coloro (studenti, borsisti, stagisti, tirocinanti ecc.) che prestano sevizio per addestramento, corsi di istruzione,studi, prove ed altro assicurati contro l’infortuni sul lavoro a norma di legge.
    L’assicurazione è efficace alla condizione che, al momento del sinistro, l’Assicurato sia in regola con gli obblighi per l’assicurazione di legge; qualora tuttavia l’irregolarità derivi da comprovate inesatte o erronee interpretazioni delle norme di legge vigenti in materia, l’assicurazione conserva la propria validità
    La garanzia R.C.O. s’intende inoltre operante anche nel caso in cui i dipendenti, lavoratori parasubordinati e lavoratori di cui al flgs 276/03 soggetti e non soggetti Inail si trovino nell’ambito dei luoghi di lavoro oltre il

    normale orario.

    Art.3 – Malattie professionali
    La garanzia di Responsabilità Civile verso i Prestatori di Lavoro (R.C.O.) è estesa al rischio delle malattie professionali indicate dalle tabelle allegate al D.P.R. n.1124/1965 o contemplate dal D.P.R. n. 482/1975 e successive modifiche, integrazioni ed interpretazioni, in vigore al momento del sinistro, nonché a quelle malattie che fossero riconosciute come professionali dalla magistratura.
    Si intendono comunque escluse le silicosi e le asbestosi.
    L'estensione spiega i suoi effetti a condizione che le malattie si manifestino in data posteriore a quella della stipulazione della polizza, e siano conseguenza di fatti colposi commessi e verificatisi per la prima volta durante ila validità della polizza ed in ogni caso entro 18 mesi dalla data di cessazione della garanzia o del rapporto di lavoro.
    Il Contraente/Assicurato dichiara di non essere a conoscenza alla data di perfezionamento del presente contratto di circostanze o situazioni che possano determinare, durante la validità del contratto stesso una richiesta di risarcimento occasionata da sinistri o da fatti verificatisi anteriormente alla decorrenza contrattuale.
    Il massimale di garanzia indicato in polizza per sinistro rappresenta comunque la massima esposizione della Società:
    A. per più danni, anche se manifestatisi in tempi diversi durante il periodo di validità della garanzia, originati dal medesimo tipo di malattia professionale;
    B. per più danni verificatisi in uno stesso periodo di assicurazione.

    La garanzia non vale:
    1. per quei prestatori di lavoro per i quali si sia manifestata ricaduta di malattia professionale precedentemente indennizzata o indennizzabile;
    2. per le malattie conseguenti :
    a) alla intenzionale mancata osservanza delle disposizioni di legge, da parte dei rappresentanti legali dell'Assicurato;
    b) alla intenzionale mancata prevenzione del danno, per omesse riparazioni o adattamenti dei mezzi predisposti per prevenire o contenere fattori patogeni, da parte dei rappresentanti legali dell'Assicurato.
    La presente esclusione 2) cessa di avere effetto per i danni verificatisi successivamente al momento in cui, per porre rimedio alla situazione, vengano intrapresi accorgimenti che possono essere ragionevolmente ritenuti idonei in rapporto alle circostanze.
    3. per le malattie connesse ai campi elettromagnetici e al terrorismo

    La Società ha diritto di effettuare in qualsiasi momento ispezioni per verifiche e/o controlli sullo stato degli stabilimenti ed uffici dell’Assicurato, ispezioni per le quali l’Assicurato stesso é tenuto a consentire il libero accesso ed a fornire le notizie e la documentazione necessaria.

    Art.4 – Qualifica di terzo
    Si conviene fra le parti che tutti i soggetti, sia persone fisiche che giuridiche, agli effetti della presente polizza vengono considerati "Terzi" rispetto all'Assicurato, anche quando svolgono l’attività per conto dell’Assicurato medesimo con esclusione del legale rappresentante dello stesso il quale peraltro mantiene la qualifica di “terzo” limitatamente alle lesioni corporali durante lo svolgimento del proprio incarico sia per lesioni corporali sia per qualsiasi altro danno quando utilizzi le strutture del Contraente in quanto utente dei servizi dallo stesso erogati.
    Sono compresi sia i danni subiti che quelli provocati da tali soggetti a terzi e/o a dipendenti dell'Assicurato.
    Non sono considerati terzi i dipendenti e lavoratori parasubordinati dell'Assicurato quando subiscano il danno in occasione di servizio, quando opera la garanzia R.C.O. (Art.2 della presente Sezione). I medesimi sono invece considerati terzi al di fuori dell’orario di lavoro o servizio.
    La garanzia di cui alla presente polizza comprende comunque l’eventuale azione di rivalsa esercitata ex art. 1916 C.C. da Inail ed Inps ed altri enti assicurativi e previdenziali

    Art.5 Rinuncia alla rivalsa
    La Società, per le somme pagate a titolo di risarcimento del danno per sinistri liquidati ai sensi di polizza, rinuncia ad esercitare il diritto di rivalsa nei confronti di dipendenti e/o Amministratori e/o collaboratori del Contraente e delle figure Assicurate, salvo che per il caso di dolo.
    Resta in ogni caso impregiudicato il diritto di rivalsa spettante al Contraente/assicurato per legge.

    Art.6 – Esclusioni

    A.: L’Assicurazione della Responsabilità Civile Terzi (R.C.T.) non comprende i danni
    a) Da furto
    b) Da circolazione su strade di uso pubblico o su aree a queste equiparate di veicoli a motore, nonché da navigazione di natanti a motore e da impiego di aeromobili (salvo quanto indicato all’art. 7 punto 1);
    c) Alle cose e/o opere in costruzione, ed a quelle sulle quali si eseguono i lavori salvo quanto indicato all’art. 7 punto 18);
    d) Cagionati da opere o installazioni in genere dopo l’ultimazione dei lavori, nonché da prodotti o cose in genere dopo la consegna a terzi;
    e) Conseguenti ad inquinamento dell’aria, dell’acqua o del suolo od interruzione, impoverimento o deviazione di sorgenti e corsi d’acqua, alterazioni od impoverimento di falde acquifere di giacimenti minerali ed in genere di quanto trovasi nel sottosuolo suscettibile di sfruttamento (salvo quanto previsto all’art. 7 punto 13);
    f) a cose in consegna o custodia, nonché a cose movimentate (salvo quanto indicato all’Art. 7 comma punto 6 che segue) .
    g) da impiego di veicoli a motore, macchinari od impianti che siano condotti od azionati da persona che non abbia compiuto il sedicesimo anno di età e comunque non sia in possesso dei requisiti psico-fisici necessari per l'abilitazione a norma delle disposizioni in vigore;
    h) da furto, nonché a cose altrui derivanti da incendio di cose dell'Assicurato o da lui detenute (salvo quanto indicato all’Art. 7 comma punto 11 et 29);
    i) cagionati da macchine, merci e prodotti fabbricati, lavorati o venduti dopo la consegna a terzi; da opere od installazioni in genere dopo l'ultimazione dei lavori o, qualora si tratti di operazioni di riparazione, manutenzione o posa in opera, quelli non avvenuti durante l'esecuzione dei lavori; per le opere che richiedono spostamenti successivi dei lavori e, comunque, ad esecuzione frazionata con risultati parziali distintamente individuabili, si tiene conto del compimento di ogni singola parte, che si considera compiuta dopo l'ultimazione dei lavori che la riguardano e, comunque, dopo 30 giorni da quando la stessa è stata resa accessibile all'uso ed aperta al pubblico;
    j) derivanti da responsabilità volontariamente assunte dall'Assicurato e non direttamente derivatigli dalla legge.

    B.L’assicurazione della Responsabilità civile verso terzi (R.C.T.) e quella verso prestatori di lavoro non comprendono i danni:

    k) Derivanti da detenzione ed impiego di esplosivi, detenzione e manipolazione di fuochi d’artificio ad eccezione della R.C. derivante all’Assicurato in qualità di committente lavori che richiedono impiego di tali materiali
    l) Verificatisi in connessione con trasformazioni o assestamenti energetici dell’atomo, naturali o provocati artificialmente (fissione e fusione nucleare, isotopi radioattivi, macchine acceleratici, ecc..
    m) Di qualunque natura derivanti da asbesto, amianto e/o da qualsiasi altra sostanza contenente in qualunque forma o misura l’asbesto o l’amianto.
    n) Conseguenti a responsabilità derivanti da campi elettromagnetici
    o) I danni verificatesi in occasione di atti di guerra (dichiarata e non), guerra civile, insurrezione, tumulti popolari, sommosse, occupazione militare ed invasione;
    p) I danni causati o derivanti da, o verificatisi in occasione di qualsiasi azione intrapresa per controllare, prevenire o reprimere qualsiasi atto di terrorismo. Per “atto di terrorismo” si intende un atto (incluso anche l’uso o la minaccia dell’uso della forza o della violenza) compiuto da qualsiasi persona o gruppo di persone che agiscano da sole o per conto o in collegamento con qualsiasi organizzazione o governo per scopi religiosi, politici, ideologici o etnici o simili, inclusa l’intenzione di influenzare qualsiasi governo e/o di intimorire la popolazione o una sua parte..
    q) I danni derivanti, sia direttamente che indirettamente da attività biotecnologiche, ingegneria genetica, produzione, trattamento, sperimentazione, distribuzione, stoccaggio o qualsiasi altro utilizzo o conservazione di materiali e/o sostanze di origine umana e qualsiasi prodotto biosintetico o derivante da simili sostanze o materiali (OGM)
    r) derivanti da perdite finanziarie non conseguenti a danni a persone e/o cose
    s) derivanti da qualsiasi tipo di RC Professionale
    t) derivanti dalla malapratica medica
    u) derivanti da abusi e molestie sessuali

    Art.7 – Rischi compresi
    La garanzia di cui alla presente polizza, a puro titolo esemplificativo e senza che ciò possa comportare limitazioni di sorta, vale anche per la responsabilità civile derivante all’Assicurato:

    1. ai sensi dell'Art. 2049 del Codice Civile per danni cagionati a terzi dai suoi dipendenti e commessi, in relazione alla guida di autovetture, ciclomotori, motocicli purché i medesimi non siano di proprietà o in usufrutto dall'Assicurato o allo stesso intestati al P.R.A. ovvero a lui locati. La garanzia vale anche per i danni corporali cagionati alle persone trasportate.

    2. dalla proprietà e/o conduzione e/o uso:
    a) di tutti i fabbricati adibiti e non a pubblici servizi. L’assicurazione comprende tra l’altro i rischi relativi all’esistenza di: impianti fissi destinati alla loro conduzione, compresi ascensori, montacarichi, scale mobili ecc., antenne radiotelevise, aree di pertinenza dei fabbricati, compresi relativi cancelli, recinzioni e strade private di accesso. Limitatamente alla proprietà dei fabbricati, la garanzia non comprende i danni derivanti da stillicidio ed insalubrità dei locali, da spargimento di acqua e rigurgito di fogna, salvo quelli conseguenti a rottura accidentale di tubazioni e/o condutture
    b) tenso strutture, aree pubbliche e del territorio in genere, terreni e relativi impianti ed attrezzature, boschi e parchi anche aperti al pubblico
    Tutte le suddette ubicazioni possono essere utilizzate, oltre che dall'Assicurato per la sua attività, da Terzi per, a solo titolo esemplificativo e non limitativo,:
    • attività sportive, ricreative, assistenziali, didattiche;
    • civili abitazioni, uffici;
    • attività rurali;
    • attività industriali, commerciali e/o di deposito merci.
    c) campi sportivi, stadi, palestre, piscine ecc. compreso l’esercizio dell’attività svolta negli stessi dal Contraente ed escluso l’esercizio e l’organizzazione di manifestazioni sportive effettuate da Associazioni e Società diverse dal Contraente
    d) statue e altri manufatti e/o oggetti artistici, siti anche all’aperto, e collocati sul terriotorio di competenza dell’Assicurato.
    3. per l’esercizio di Centri Ricreativi Estivi, colonie estive, invernali ed elioterapiche, campeggi, campi solari, corsi di studio, corsi di formazione professionale, comprese relative prove pratiche e tecniche, corsi di addestramento e praticantato anche presso aziende ed altri Enti frequentati da giovani ed adulti ovunque svolti, anche all’estero, centri per handicappati ed affini, attività di laboratorio, gite, spostamenti, visite a stabilimenti, piscine, impianti sportivi; preparazione, distribuzione e somministrazione di cibi e bevande; qualora tale servizio fosse affidato a terzi la garanzia vale esclusivamente per la responsabilità civile derivante all’Assicurato nella sua qualità di committente tale servizio.
    4. da lavori edili in genere, manutenzione ordinaria e straordinaria, sopraelevazione, demolizione, ampliamento e riparazione inerenti la propria attività. Nel caso tali lavori fossero ceduti in appalto o subappalto, è coperta la responsabilità civile derivante all’Assicurato nella sua qualità di committente.
    5. per danni cagionati ai mezzi di trasporto sotto carico e scarico nell'ambito dei luoghi ove sono ubicate le strutture o le sedi dell'Assicurato.
    6. per i danni arrecati alle cose in consegna, custodia o detenga a qualsiasi titolo, esclusi i danni causati da furto.
    7. per danni derivanti da colpa grave del Contraente/Assicurato e/o dolo o colpa grave delle persone di cui deve rispondere.
    8. dalla gestione di servizio di infermeria e pronto soccorso, esclusa la responsabilità civile professionale del personale medico e parasanitario;
    9. da qualunque tipo di attività complementare a quella istituzionale quale ad esempio: pubblicitaria (compresa proprietà e manutenzione di cartelli pubblicitari, insegne e striscioni ovunque installati sul territorio nazionale con esclusione dei danni alle opere ed alle cose sulle quali sono installati); promozionale, sportiva, artistica, culturale, ricreativa,politica, religiosa, assistenziale in genere,
    scientifica, nella qualità di promotore ed organizzatore e/o partecipante a tornei e manifestazioni siano essi sportivi (non a carattere agonistico e senza l’intervento della Federazione Sportiva), culturali, ricreativi (compresi i falò), artistici, storici, folcloristici e simili, corsi e sfilate carnevaleschi, attività dopolavoristiche compresa l’organizzazione di gite e camminate effettuate con mezzi pubblici di trasporto,gite in bicicletta, congressi, seminari, concorsi, simposi, convegni e simili, corsi linguistici e di aggiornamento, ricevimenti, centri socio- formativi, associazioni (culturali, ricreative, artistiche, sportive e simili, sociali); di volontariato e sociali

    (squadre di protezione civile comprese quelle destinate alla prevenzione ambientale antincendio, volontari addetti alla pulizia dei parchi, giardini, boschi e spiagge, di assistenza ad anziani, a persone socialmente disagiate handicappati, ed all’infanzia, compresa la responsabilità personale dei volontari che partecipano a dette attività; spettacoli, proiezioni, mostre e fiere, esposizioni, mercati e simili, compresi i danni alle cose ed eventuali animali esposti, compreso montaggio e smontaggio di palchi e stands. Il tutto sia nella qualità di concedente spazi o strutture per manifestazioni organizzate da terzi, sia per i danni derivanti dalla conduzione dei locali presi in uso a qualsiasi titolo compresi quelli cagionati ai locali stessi, ed alle cose in essi contenute od ubicate all’aperto nei luoghi ove si svolgono le manifestazioni.
    10. per danni:
    • subiti da dipendenti di società od enti distaccati presso il Contraente/Assicurato
    • causati da dipendenti del Contraente/Assicurato distaccati presso altre società od associazioni
    11. per danni a cose altrui derivanti da incendio, esplosione o scoppio di cose dall'Assicurato o da lui detenute. Resta inteso che, qualora l'Assicurato fosse già coperto da polizza incendio con garanzia "Ricorso dei vicini/terzi" la presente opererà in secondo rischio, per l'eccedenza rispetto alle somme assicurate con la suddetta polizza incendio.
    12. in relazione alla qualifica di: “Responsabili del servizio di protezione e sicurezza”, riferita sia all’Assicurato che ai propri dipendenti, nonché nella loro qualità di committente, “Responsabili dei lavori ovvero di coordinatori per la progettazione e/o per l’esecuzione dei lavori”, ai sensi del D.Lgs. n° 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni; nonché per i danni involontariamente cagionati a terzi conseguenti a violazione alle Leggi 196/03 e successive modifiche e/o integrazioni in materia di trattamento e protezione dei dati personali.
    13. da inquinamento di acqua, aria e suolo a seguito di rottura improvvisa ed accidentale di impianti, serbatoi e condutture dell'Assicurato.
    14. per danni alle condutture ed agli impianti sotterranei e quelli ad essi conseguenti, inclusi i danni da interruzione di attività
    15. per danni da cedimento o franamento del terreno, purchè non direttamente conseguenti a lavori di sottomuratura, palificazione, diaframmi ed altre tecniche sostitutive. Qualora il franamento e cedimento del terreno cagioni danni ad impianti e condutture sotterranei, s’intendono compresi anche i danni ad essi conseguenti
    16. per danni causati da scavi, posa e reinterro di opere e installazioni in genere fino a 60 giorni successivi
    all'avvenuta consegna dei lavori, sia se eseguiti dall'Assicurato che commissionati a terzi, in tal caso la garanzia comprende la responsabilità civile derivante all’Assicurato nella sua qualità di committente tali lavori fermo il diritto di rivalsa da parte della Società nei confronti dell’appaltatore.
    17. dall’esistenza di spazi per il parcheggio e/o sosta dei veicoli, compresi i danni ai veicoli medesimi anche se di proprietà dei dipendenti
    18. per danni ai locali e alle cose trovantesi nell’ambito di esecuzione dei servizi e/o lavori, nonché alle cose sulle quali si eseguono i lavori esclusi i danni necessari e quelli alle cose direttamente oggetto dei lavori medesimi.
    19. dall’esercizio e/o proprietà di biblioteche, pinacoteche, musei, teatri, auditori, cinematografi, gallerie d’arte ed altre strutture culturali aperte al pubblico, case, alberghi, pensionati, ambulatori, poliambulatori pubblici, esclusa la responsabilità professionale dei medici addetti, impianti sportivi e ricreativi, giardini, giochi per bambini, parchi, alberi anche di alto fusto, verde pubblico in genere (compresa la potatura ed abbattimento piante), l’utilizzo di anticrittogamici e parassitari nonché la responsabilità civile derivante all’Assicurato dalla caduta di alberi o rami derivante anche da eventi atmosferici, compreso il fulmine, con esclusione di alluvioni, terremoto o incendio), gabinetti per servizi igienici;
    20. per danni acose di terzi indossate
    21. per danni derivanti da sospensione, interruzione totale o parziale di attività industriali, commerciali, agricole, artigianali o di servizi purché conseguenti a sinistro indennizzabile a termini di polizza anche se l'interruzione colpisca soggetti diversi da quelli che hanno subito il danno materiale.
    22. per danni derivanti dalla proprietà, uso e detenzione di tutte le strutture e infrastrutture nonché macchinari, macchine operatrici in genere, impianti, attrezzature che la tecnica inerente all’attività svolta insegna e consiglia di usare e che gli Assicurati ritengono di adottare;
    La garanzia è operante anche quando il macchinario, gli impianti, le attrezzature sono messi a disposizione di terzi ammessi nell’ambito di lavoro per specifiche attività, ed inoltre nel caso in cui siano condotti od azionati da persone non abilitate a norma delle disposizioni in vigore, purché abbiano compiuto il 16 anno di età;
    23. Premesso che:
    il Contraente/Assicurato può affidare in uso a qualsiasi titolo a propri dipendenti, collaboratori,

    consulenti e simili, autovetture immatricolate ad uso privato di cui è proprietario o locatario, la Società si obbliga a tenere indenne il Contraente/Assicurato stesso delle somme che sia tenuto a pagare al conducente delle stesse autovetture per danni da quest’ultimo subiti a causa di difetto di manutenzione.
    24. per danni dall’attività delle squadre anti-incendio organizzate e composte da dipendenti dell’assicurato
    25. in relazione alla gestione della mensa e del bar aziendale e dei distributori automatici di cibi e bevande. E’ altresì compresa la responsabilità per i danni corporali anche se subiti da dipendenti, in conseguenza della somministrazione di cibi e bevande. Qualora la gestione sia affidata a terzi è compresa la sola responsabilità che possa far carico all’Assicurato nella sua qualità di committente tali servizi
    26. in relazione al trasporto, consegna, prelievo e rifornimento di merci e materiali comprese le operazioni di scarico e carico.
    27. in relazione all’impiego di stagisti, borsisti e tirocinanti operanti presso le sedi dell’assicurato, anche se non dipendenti dello stesso, per i danni che possono involontariamente cagionare a terzi, compresi i dipendenti dell’Assicurato, o fra di Loro durante lo svolgimento delle relative mansioni professionali
    28. dalla proprietà e uso, di velocipedi in genere, veicoli a mano ed a trazione animale
    29. danni da furto cagionati a terzi da persone che si siano avvalse, per compiere l’azione delittuosa, di impalcature e ponteggi eretti dall’Assicurato, dei quali questi sia tenuto a rispondere, a parziale deroga di quanto indicato all’art. 6 lettera a) che precede
    30. da uso e conduzione di ogni bene mobile , impianto attrezzatura, utilizzata nello svolgimento delle attività del Contraente/Assicurato
    31. dalla proprietà ed esercizio di cabine elettriche di trasformazione e/o distribuzione, centrali, impianti e reti di distribuzione, compresi i lavori di riparazione e manutenzione ordinaria e straordinaria
    32. dalla proprietà ed esercizio di impianti video esterni con telecamere ed antenne paraboliche posizionati presso parcheggi ed altri luoghi di competenza del contraente/Assicurato;
    33. da operazioni di pulizia dei locali e manutenzione degli impianti adibiti dall’Assicurato all’attività descritta in polizza. Qualora tali attività siano affidate a terzi, la garanzia s’intende prestata a favore dell’Assicurato nella sua qualità di committente dei lavori. Sono comunque esclusi i danni alle cose oggetto delle suddette operazioni

    Art.8 – Gestione delle vertenze di danno e spese legali
    La Società assume, fino a quando ne ha interesse, la gestione delle vertenze tanto in sede giudiziale che stragiudiziale, sia civile che penale, a nome dell’Assicurato , designando ove occorra, legali o tecnici ed avvalendosi di tutti i diritti ed azioni spettanti all’Assicurato stesso.
    Tuttavia in caso di definizione transattiva del danno, la società, a richiesta dell’Assicurato, e ferma ogni altra condizione di polizza, continuerà a proprie spese la gestione in sede giudiziale, penale della vertenza fino ad esaurimento del giudizio nel grado in cui questo si trova al momento dell’avvenuta transazione.
    Le spese sostenute per desistere all’azione giudiziaria promossa contro l’Assicurato sono a carico della Società entro il limite di un importo pari a ¼ del massimale stabilito in polizza per il danno cui si riferisce la domanda; qualora la somma dovuta al danneggiato superi detto massimale, le spese verranno ripartite tra società ed Assicurato in proporzione del rispettivo interesse.
    La Società non riconosce per altro le spese incontrate dall’Assicurato per legali o tecnici che non siano da essa designati e non risponde di multe o ammende, né delle spese di giustizia penale.

    Art. 9 - Danni a cose consegnate ex art. 1783, 1784, 1785 bis
    Ai sensi degli artt. 1783,1784,1785 Bis” la garanzia comprende la R.C. derivante all’Assicurato ai sensi degli Art. suddetti per danni da sottrazione, distruzione e/o deterioramento di cose consegnate e non consegnate. Sono comunque esclusi denaro, valori bollati, marche, titoli di credito, valori, oggetti preziosi, veicoli e loro contenuto.

    Art.10 - Lavoratori di cui al dlgs di attuazione 276/2003 della legge 30/2003
    L’assicurazione comprende la responsabilità civile che a qualunque titolo ricada sull’Assicurato per danni cagionati a Terzi da lavoratori di cui al dlgs 276/03 di attuazione alla legge 30/03 (legge Biagi) dei quali lo stesso assicurato si avvale, per l’espletamento delle attività oggetto dell’assicurazione.
    Si considerano terzi, nei limiti del massimale previsto per la garanzia RCO per i danni corporali conseguenti ad infortuni (escluse malattie professionali) subiti in conseguenza delle mansioni a cui sono adibiti, i lavoratori di cui al dlgs di attuazione 276/2003 della legge 30/2003 dei quali l’Assicurato si avvale nello svolgimento dell’attività oggetto dell’assicurazione.

    Art. 11 - Responsabilità personale
    La garanzia comprende la responsabilità civile personale di tutte le persone fisiche di cui l’Associazione si avvale, per danni involontariamente cagionati a terzi, escluso l’Assicurato stesso, nello svolgimento delle mansioni prestate per conto del Contraente/Asdsicurato, comprese le incombenze derivanti dal D.lg. 81/2008, Legge 123/2007 e successive modificazioni.
    Agli effetti di questa estensione di garanzia sono inoltre considerati terzi, limitatamente al caso di morte o lesioni personali gravi o gravissime, così come definite dall’art. 583 del Codice Penale, gli appaltatori ed i loro dipendenti, i lavoratori di cui al dlgs di attuazione 276/2003 della legge 30/2003 e gli altri lavoratori parasubordinati e dipendenti dell’Assicurato obbligatoriamente iscritti all’INAIL

    SEZIONE 4 MASSIMALI, FRANCHIGIE, SCOPERTI E CALCOLO DEL PREMIO

    Art.1 – Massimali

    La Società, alle condizioni tutte della presente polizza, presta l’assicurazione fino alla concorrenza dei seguenti massimali :

    Responsabilità Civile verso Terzi :
    € 5.000.000,00= per ogni sinistro, con il limite di

    € 5.000.000,00= per ogni persona lesa e

    € 5.000.000,00= per danni a cose
    Responsabilità Civile verso i Prestatori di Lavoro :
    € 5.000.000,00= per ogni sinistro, con il limite di

    € 5.000.000,00= per persona lesa.

    Limite aggregato annuo
    €. 30.000.000,00

    Art.2 – Franchigie

    Le garanzie di polizza sono prestate con l’applicazione di una franchigia fissa per sinistro di €. 300,00 che abroga eventuali franchigie di importo inferiore contenute nelle condizioni contrattuali.
    La Società si impegna a liquidare al terzo danneggiato l’importo del danno al lordo di eventuali scoperti o franchigie contrattualmente previste, nonché liquidare anche i danni non superiori per valore agli scoperti o franchigie.
    Ogni sei/quattro/tre mesi dalla data di decorrenza del contratto, la Società si impegna a far pervenire alla Contraente tramite lettera raccomandata R/R l’elenco dei sinistri quietanzati e liquidati con indicazione degli importi in franchigia da recuperare ed indicazione, per ciascun sinistro quietanzato e liquidato, dei seguenti dati:
    numero del sinistro
    data di denuncia del sinistro
    data di liquidazione del sinistro
    importo quietanzato e liquidato al terzo danneggiato
    documento provante il risarcimento (a titolo meramente esemplificativo, copia della quietanza sottoscritta, oppure copia dell'ordine di pagamento oppure copia di qualunque altro documento equipollente)
    importo da recuperare nei confronti della Contraente.

    La Contraente si impegna a provvedere al pagamento di quanto dovuto a titolo di rimborso entro 60 giorni dalla richiesta scritta da parte della Società.
    Qualora la polizza dovesse essere disdetta per qualunque motivo prima della scadenza contrattuale, gli importi di cui sopra verranno richiesti dalla Società in data successiva alla quietanza e liquidazione di ogni singolo danno e la Contraente si impegna a provvedere al pagamento entro 30 giorni dalla richiesta.

    Qualora il Contraente non effettui nei termini prescritti il rimborso delle franchigie, la Società si obbliga ad accordare al Contraente un ulteriore termine non inferiore a 30 giorni, trascorso il quale la Società si riserva il diritto alla formale di costituzione in mora del Contraente per inadempienza contrattuale, ed il diritto di agire giudizialmente nei termini di prescrizione di cui all’art. 2952 C.C, oppure di trasmettere, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, la risoluzione del contratto.

    Inoltre, nel caso di parziale o totale mancato rimborso delle franchigie che il Contraente avrebbe dovuto rimborsare

    alla Società, quest’ultima  si riserva il diritto di detrarre gli importi  relativi alle predette franchigie dagli eventuali sinistri in liquidazione  afferenti il periodo cui si riferisce il mancato rimborso.

    Art.3 – Sottolimiti di risarcimento, franchigie e scoperti

    La Società, nei limiti dei massimali di cui all’Art.1, ed alle condizioni tutte della presente polizza, liquiderà i danni per le garanzie sotto riportate con l’applicazione dei relativi sottolimiti, franchigie e scoperti, ferma la franchigia contrattuale di cui all’Art.2 della presente sezione.

    Garanzia
    Limiti di risarcimento
    Scoperto e/o franchigia
    Danno biologico (Sez.3 Art.2 punto 3)

    nessuna
    Danni a mezzi di trasporto (Sez.3
    Art.7 punto 5)
    I massimali di polizza
    Vedi franchigia frontale
    Danni a cose in consegna e custodia (Sez.3 Art.7 punto 6 e Art. 9)
    €.200.000,00 per sinistro e per anno assicurativo
    Vedi franchigia frontale
    Organizzazione di Falò (Sez.3 Art.7 punto 9)
    €. 50.000,00 per sinistro e €. 150.000,000 per anno
    Scoperto 10% minimo 500,00
    Danni da incendio (Sez.3 Art.7 punto 11)
    €.500.000,00.= per sinistro
    Vedi franchigia frontale
    Danni da inquinamento accidentale (Sez.3 Art.7 punto 13)
    €.200.000,00.= per sinistro con il massimo per anno di €.
    500.000,00
    Scoperto 10% minimo
    €.2.500,00.= per sinistro
    Danni a condutture ed impianti sotterranei (Sez.3 Art.7 punto 14)
    €.200.000,00.= per sinistro e per anno assicurativo
    Scoperto 10% minimo
    €.1.000,00.= per sinistro
    Danni da cedimento e franamento del terreno (Sez.3 Art.7 punto 15)
    €.200.000,00.= per sinistro e per anno assicurativo
    Scoperto 10% minimo
    €.1.000,00.= per sinistro
    Danni a veicoli in sosta (Sez.3 Art.7 punto 17)
    € 1.000,00 per veicolo e €.5.000,00 per anno
    Vedi franchigia frontale
    Danni a cose trovantesi nell’ambito di esecuzione dei servizi e/o lavori (Sez. 3 Art. 7 punto 18)
    € 200.000,00.= per sinistro e per anno assicurativo
    Scoperto 10% per sinistro
    Interruzioni e sospensioni di attività (Sez.3 Art.7 punto 14 et 21)
    €.200.000,00.= per sinistro e per anno
    Scoperto 10% minimo
    €.1.500,00.= per sinistro
    Danni a cose di terzi indossate (Sez. 3 Art. 7 punto 20)
    €. 3.000,000 per persona er €.26.000,00 per anno
    Vedi franchigia frontale
    Danni da furto (Sez. 3 Art. 7 punto
    29)
    € 250.000,00= per sinistro e per anno
    Scoperto 10% minimo €
    1.000,00

    Art.4 – Determinazione del Premio
    Il premio minimo anticipato è riferito ad un numero iniziale di 5.000 adesioni, ed è pagabile in due rate semestrali, così come indicato nel modulo dipolizza.

    La copertura vale dalla data di tesseramento fino alla prima scadenza annuale del contratto assicurativo.(31.12.2019)

    Art.5 – Disposizione finale
    Rimane convenuto che si intendono operanti solo le presenti norme dattiloscritte.
    La firma apposta dalla Contraente su moduli a stampa forniti dalla Società Assicuratrice vale solo quale presa d'atto del premio e della ripartizione del rischio tra le Società partecipanti alla coassicurazione.

    L'ASSICURATO LA SOCIETÀ

    Clausole Vessatorie:

    Ai sensi degli artt. N. 1341 e 1342 del C.C. il sottoscritto dichiara di approvare specificatamente le seguenti
    Condizioni di Assicurazione:

     Art. 1 delle Norme che regolano l’Assicurazione in generale, Dichiarazioni relative alle circostanze di rischio
     Art. 2 delle Norme che regolano l’Assicurazione in generale, Assicurazione presso diversi assicuratori
     Art. 6 delle Norme che regolano l’Assicurazione in Generale, Recesso per sinistro
     Art. 16 delle Norme che regolano l’Assicurazione in Generale, Validità territoriale

    L’ASSICURATO/CONTRAENTE

    Rispondi