Il presepio con i pastori in jeans

0
14

Il presepio con i pastori in jeans

Dicembre: tempo di auguri, tradizioni, alberi di Natale addobbati l’8 dicembre e presepi in attesa dei re Magi. Torno a parlarvi del presepe di Casa Savoia –diventa quasi una tradizione su queste pagine, ve ne ho parlato un dicembre di anni fa e l’anno scorso in occasione del suo restauro ma questa volta con un preciso riferimento alla statuina del pastore. È infatti lui che indossa una giacca di jeans, a testimoniare quanto fosse diffuso l’utilizzo di quella tela, e quanto fosse forte il legame tra la città e la mani-fattura di stoffe e tessuti. Sarà l’anno prossimo quando la nostra città riallaccerà il legame con il blu di Genova e battezzerà quello che viene definito un “museo diffuso”.“Genova Jeans” è un progetto molto articolato del nostro comune, nel maggio 2021 prenderà vita la Via del Jeans: un percorso turistico volto a valorizzare le strade (via Pre’, via del Campo e via San Luca) dove il jeans veniva prodotto e utilizzato; coinvolgerà vetrine vuote e altri spazi disponibili per ospitare esposizioni permanenti a formare un museo diffuso di quella che è una storia nata qui, nel XII secolo, dalla resistenza della tela di fustagno tinto con l’indaco.È lui -il fustagno tinto di blu -che nel ‘400 viene esportato in tutta Europa, in casse contrassegnate con la scritta “Gênes”, storpiata dagli anglosassoni in “jeans”, destinato a conquistare il mondo e a resistere a tutte le mode.

Liliana Gatto Longhi