Il Corniglianese maggio 2021

Il Corniglianese maggio 2021

Download ilCorniglianese maggio 2021

Scorri fin dopo l’articolo per leggerlo on line

A Cornigliano la Croce Bianca ospita il nuovo Centro vaccinale, al servizio dei cittadini tanti professionisti in camice azzurro

Dopo due mesi di intenso lavoro finalmente abbiamo aperto il Punto vaccinale a Cornigliano. I dottori: Sara Di Natale (Farmacia Balbis), Emilia Grassi con il marito, Federico Lupo (Farmacia Moderna), Valentina Ursino (Farmacia San Giacomo) e chi firma l’articolo, Alessandra Angelini (Farmacia Angelini), abbiamo deciso di unire le nostre risorse per metterci a disposizione dei corniglianesi: ci siamo resi conto che molti anziani non si andavano a vaccinare perché gli hub erano distanti e quello di Villa Bombrini spesso aveva date disponibili molto in là con il tempo.
All’inizio eravamo un po’ spaesati sul dove farlo perché avevamo bisogno di locali adeguati. Il presidente del Civ, Massimo Olivieri, il presidente di Municipio, Mario Bianchi, e l’assessore Marialuisa Centofanti si sono prodigati aiutandoci nella ricerca della sede: si
era pensato di utilizzare Villa Bickley e grazie a loro è stato possibile effettuare un sopralluogo lampo per valutare gli spazi.
Ma poi grazie alla Croce Bianca abbiamo trovato il luogo ideale dove poter svolgere la nostra attività di vaccinazione: i signori Collu, Cartabianca e Malvezio ci hanno dato immediatamente piena disponibilità a ospitare il Pvt mettendo a disposizione spazi, mezzi e volontari, mostrando grande sensibilità ed empatia in tutte le fasi di preparazione e così
con grande entusiasmo, è iniziata la collaborazione.
Vi assicuro che la serietà, la dedizione, l’immenso sforzo profuso al fine di aprire il punto vaccinazioni, il numero di ore di lavoro extra, di riunioni, di sopralluoghi e di corsi di
aggiornamento che abbiamo sostenuto sono assolutamente inimmaginabili, ma l’entusiasmo per questo progetto non è mai mancato e siamo stati ripagati dai sorrisi e dai ringraziamenti che ci hanno regalato i primi vaccinati.
Non c’è gioia più grande che sapere di essere stati utili a qualcuno. È un anno in cui, purtroppo, tutti viviamo questa difficile situazione: il virus ha colpito molti di noi sotto tanti punti vista, dalla salute agli affetti, fino a quello economico ed è per tutte queste ragioni che vi invito a riflettere sul fatto che bisogna fare squadra e: sapete come si può fare?
Bisogna incominciare a vedere i vaccini come la soluzione e non, come sta accadendo, il demonio.
Il demonio è il virus. Non perdete di vista il problema.
I bar, i ristoranti, tante altre attività sono state chiuse per evitare la diffusione del virus ma soprattutto per proteggere i nostri anziani e le persone più deboli ed è per questo motivo che vi esorto tutti a vaccinarvi.
Vi prego di riflettere su ciò che scrivo perché solo così potremo ripartire. Pensate ai ragazzi: ho una figlia di 17 anni e soffro nel vederla condurre una vita ben diversa da quella
che le spetterebbe e, come lei, tutti gli adolescenti che per tanti mesi hanno fanno lezione da casa.
Noi vi doniamo la nostra professionalità, le nostre risorse, il nostro tempo: a voi in cambio chiediamo di prendervi cura della vostra salute.

Alessandra Angelini, dottoressa

ILCORNIGLIANESE 24 05 2021
Logo Tonitto