Emergenza Corona Virus aggiornamento del 11 Marzo

Decreto 11 Marzo 2020. L’emergenza segnata da Covid-19 sta mettendo a dura prova la pazienza e la salute dei cittadini italiani. Le risorse finanziarie di lavoratori, imprese e istituzioni sono in sofferenza. Il governo sta mettendo in atto una serie di azioni per sollecitare il Parlamento a rilasciare un’autorizzazione ad aumentare il deficit ben maggiore di quello annunciato pochi giorni fa. (lo 0,3% del Pil, ovvero 6,3 miliardi di euro).

Il nuovo decreto legge dell’11 marzo prevede una richiesta per spingere il deficit fino al 3% del Pil.

Il provvedimento riguarderà quattro aree di intervento:

  • Finanziamenti aggiuntivi e sanità, protezione civile e forze dell’ordine (forniture, strutture, macchinari, personale). Qui l’ipotesi minima prevede stanziamenti di un paio di miliardi.
  • Ammortizzatori straordinari per sostenere il reddito dei lavoratori.
  • Interventi per le imprese e i settori più colpiti (turismo e ristorazione, trasporti).
  • Per le piccole e medie imprese verrà incrementato il fondo di garanzia per l’accesso e la ristrutturazione del credito, mentre per lavoratori autonomi e professionisti potrebbero esserci indennizzi diretti o indiretti sotto forma di sospensione dei contributi. Anche qui la base di partenza degli stanziamenti è nell’ordine di tre miliardi.
  • Sostegni a genitori.
  • Blocco Cassa Integrazione in deroga per le aziende, comprese quelle sotto i 6 dipendenti. Ciò significa che sarà garantita la cassa d’integrazione a tutte le imprese che lavorano in un contesto molto più piccolo
DPCM 11 marzo 2020.pdf